HOW WE BEGAN​

1988

Era il 1988 e una giovane ragazza di 31 anni dava inizio a questa attività...parte per Londra, acquista degli oggetti di antiquariato e crea questa scatola magica che diverrà il suo negozio. In origine, negozio di 'antichità e oggetti d'arte' (come recita la dicitura del suo biglietto da visita), si plasmerà poi sulla sua persona, le sue passioni e i suoi interessi. Negozio di bigiotteria vintage, argento e quant'altro. Oggi è un punto di riferimento per le persone del quartiere, è un salotto dove si viene sempre gentilmente accolti, dove le persone vengono anche semplicemente a chiedere un consiglio.

PHILOSOPHY

 

Si ripara qualsiasi oggetto, dalle tazzine alle collane, perché lo spirito non è quello di buttare tutto quello che si rompe, come si è spinti a fare nella società moderna, ma quello di 'salvare il salvabile', di salvare 'l'antico' perché, spesso, è meglio del 'moderno'; di reinventare, di rimodernare, di usare le perle della nonna per creare una collana moderna, potendo indossare così qualcosa di tendenza che mantenga il sapore e la nostalgia dell'antico, del sentimento...che custodisca un...ricordo...

 

 

EVOLUTION

​2013

Dall'evoluzione di questo concetto nasce quest'anno questo spazio...all'interno di ALTRITEMPI, nasce ALTRITEMPI MODERNI. Uno spazio eclettico e dinamico, che ruota intorno alle varie forme di arte, dalla pittura alla fotografia, e di arte decorativa, dagli oggetti d'arredo ai gioielli. Mantenendo fede allo spirito del negozio: trattare oggetti che raccontino una storia, che siano unici e ricercati, si è ripensato il tutto in chiave moderna. Arte del riciclo, design, homemade... si recuperano tecniche antiche per idee moderne: il lavoro a maglia, l'uncinetto, il ricamo, la cucitura a mano...

Fil rouge che lega il tutto e ci guida nel nostro cammino trasversale?

La creatività. 

Il processo creativo che ci spinge a vedere in qualcosa qualcos'altro.

A cercare  e trovare soluzioni alternative in modo rapido ed efficace, così da riuscire ad accontentare i nostri clienti e a realizzare le loro fantasie.

Se qualcuno entra nel nostro negozio chiedendo: 'Sì può fare?' avrà un'alta probabilità di sentirsi rispondere: 'Sì'.